Cerca nel blog

giovedì 12 aprile 2012

Rispettiamo le tradizioni: frittata con i bruscandoli

Da me, la sera della Pasquetta è tradizione cenare con la frittata di bruscandoli, accompagnata da una fresca insalatina.
Gli ingredienti sono estremamente semplici:
Due mazzetti di bruscandoli
una noce di burro
1 scalogno
4 uova
mezzo bicchiere di latte
Ma che cosa sono i bruscandoli? Si tratta dei gettiti spontanei del Luppolo selvatico (Humulus lupulus), pianta avvolgente che si trova nei luoghi incolti dove forma intrichi invalicabili e cresce di 5 o 6 metri l'anno. Hanno molte proprietà rinfrescanti e diuretiche, come tutti i turioni primaverili.


Basta una bella passeggiata, in questa stagione, per raccoglierne alcuni mazzetti; una volta raccolti vanno utilizzati il prima possibile per poterne apprezzare appieno il sapore che è veramente molto particolare.
Una volta a casa, lavateli bene, tamponateli con un canovaccio e tagliateli a mano come se si trattasse di prezzemolo, lasciato un po' grossolano.
Tritate finemente lo scalogno e mettetelo ad appassire e colorare in una padella antiaderente con una noce di burro
Nel frattempo, sbattete le uova con poco sale, pepe ed il latte.
Quando lo scalogno è cotto unite i bruscandoli, e cuoceteli per 5/6 minuti aggiungendo eventualmente un goccio di acqua.
Versategli quindi sopra le uova e cuocete a fuoco lento, lasciando qualche minuto incoperchiata la padella, cosicchè la frittata resti morbida.
Va servita molto calda con contorno di insalatina fresca e crostoni di pane bruscato passato con un po' di aglio. Fatemi sapere....

6 commenti:

  1. Che buona! Io facevo anche il risotto quando abitavo sui colli Euganei.
    Trovavo anche un'altra erba buona per la frittata: gli "scrisioi"...non so se conosci.

    RispondiElimina
  2. Sai che non avevo mai sentito questa verdura!? Ma è pur vero che non si smette mai di imparare. Ciao Desi, grazie per la visita, mi ha permesso di conoscere te e il tuo blog di cui divento immediatamente sostenitrice. A presto e grazie per questa bella ricettina

    RispondiElimina
  3. anche io nn la conoscevo !bisognerà quardarsi più intorno per scoprire tutte le bontà che ci fornisce madre natura!
    baci

    RispondiElimina
  4. Adoro i bruscandoli...ho fatto il pasticcio con questi delicati asparagi selvatici.

    RispondiElimina
  5. Ciao Desi,
    vieni da me? A Casa Marzolina c'è un premio che ti sta aspettando!

    RispondiElimina
  6. Li ho mangiati una sola volta e diverso tempo fa,li trovo veramente buoni.
    Mi piacciono molto le verdure selvatiche ed in primavera abbino spesso le camminate con la loro raccolta.In questoperiodo vado per asparagi selvatici,altrettanto buoni e salutari.
    Ciao Nadia

    RispondiElimina

Se passi a trovarmi, lascia un commento. Grazie.