Cerca nel blog

giovedì 31 maggio 2012

Aneto: proprietà e benefici

Finalmente, dopo una primavera molto particolare da un punto di vista climatico, ho visto che l'aneto, germogliato solo una settimana fa, sta crescendo in un piccolissimo spazio rubato al giardino, o meglio a quello che ne resta, dopo l'arrivo della cagnolina.
Per chi non lo conoscesse, sto parlando di una pianta che da adulta, ha dei piccoli fiori gialli e fa parte della famiglia della famiglia delle Ombrellifere, il cui nome scientifico è Anethum graveolens L.



L'aneto è originario dell'India; somiglia un po' al finocchio e all'anice, ma rispetto a queste erbe ha un sapore molto più aromatico e pungente. Si utilizzano sia i semi, marroni/verdi dalle caratteristiche striature chiare, che le foglie; i semi freschi non hanno un buon odore, come si può capire già dal nome: graveolens significa infatti “odore pesante”. Diventano comunque molto aromatici una volta essiccati.
Le proprietà dell'aneto come rimedio naturale sono molte, tramandate sin dall'antichità: è carminativo, cioè favorisce l'espulsione di gas da stomaco e intestino, ed antispasmodico, per cui è perfetto in caso di coliche e crampi allo stomaco. È un rimedio naturale contro l'alitosi.
Le sue proprietà diuretiche e depurative lo rendono un possibile alleato contro la cellulite poiché aiuta ad eliminare le scorie, causa dell'accumulo di liquidi in eccesso.
Ma quel che più ci interessa è l'uso in cucina, non così diffuso in Italia quanto in altri paesi Europei e in Medio Oriente. In Germania ed in Ungheria viene usato per preparare sottaceti agrodolci; in Scandinavia insaporisce salmone, uova, molluschi, patate e zuppe; in Grecia le foglie accompagnano la feta, il classico formaggio greco ed i legumi e non è raro trovare pane arricchito con i semi di aneto.
In generale l'aneto si abbina molto bene a verdure bollite, carni cotte alla griglia, pesci grassi e marinate. Ottimo da spolverizzare sulle uova sode.

Ora alcune curiosità: nella medicina popolare l'uso iniziò presso i Greci che credevano questa pianta fosse in grado di sedare attacchi epilettici e contrastare sortilegi. Nell'Antica Roma l'aneto era molto amato ed abbondava nel cibo dei gladiatori visto che si riteneva avesse la proprietà di aumentare la forza fisica. Nel Medioevo, invece, era apprezzato come rimedio naturale per i disturbi dello stomaco e l'insonnia.
Dati i presupposti, non vedo l'ora di poterlo raccogliere per provarlo sul pesce e sulle verdure.

sabato 26 maggio 2012

L'ultimo risotto di Silene della stagione

Nei mesi primaverili la natura, se il tempo è clemente, ci regala molte buone erbette, ricche di sapori e vitamine, tanto che si potrebbe variare giornalmente il nostro menù, complice un po' di tempo libero ed una salutare passeggiata fra i boschi.

Già vi ho parlato delle frittelle di acacia, veramente deliziose. Anche se la primavera è assolutamente incerta, ho avuto la possibilità di gustarmi, proprio ieri sera, l'ultimo risotto di silene della stagione, avvantaggiata dal fatto che vivo un po' più verso le montagne, quasi quasi dove osano le aquile.

Ma che cosa è la Silene?
Qui da me sono I carletti, ma da voi si chiamano Strigoli, Stridoli, Sciopeti, Sciupet, Cavoletti, Grisol, Grisolot, Furmantin, Verzuli, Grintani, Scuscet, Bubbolini, Erba del cucco, Spinoli, Cammattedda....

Sto parlando di quei ciuffettini che vedete in foto, cioè la Silene vulgaris, il cui nome cambia a seconda della località di appartenenza. Lasciatemi pure nei commenti l'indicazione di come li chiamate voi al vostro paese




Ma veniamo al risotto. Ecco gli ingredienti per 4 persone: 350 gr riso carnaroli, 6 belle manciate di Silene, brodo vegetale, porro, olio di oliva, vino bianco, pepe, burro e parmigiano grattugiato.

Si inizia preparando un brodo vegetale e lavando bene la silene, ci cui vanno prelevati solo gli apici che io lascio interi; in una casseruola per risotto mettere dell’olio con il porro tagliato a rondelle sottilissime ad appassire; versare la Silene mescolando velocemente per farla insaporire ed aggiungere il riso a tostare. Sfumare con il vino bianco, lasciarlo evaporare ed aggiungere man mano il brodo necessario, aggiustando di pepe. A cottura ultimata, fuori dal fuoco, mantecare con una noce di burro. Chi lo gradisce può aggiungere del parmigiano grattugiato.

Ecco alcune caratteristiche della Silene:
La pianta può raggiungere i 50-60 cm di altezza, con fusti fiorali eretti, sottili. Le foglie, verde-cenere, sono opposte, ovali, quasi prive di picciolo. I fiori bianchi disposti sulla cima dei gambi.
Fiorisce da maggio a ottobre, a seconda dei luoghi.
Habitat: E' comunqeu un'erba infestante, comune nei prati e terreni di riporto fino a 2000 metri da marzo agosto
Uso in cucina: Oltre che nel risotto , dato il sapore delicato, si fa bollire per qualche minuto nell'acqua e si consuma come contorno a uova o ad altre pietanze, come se si trattasse di spinaci. Viene utilizzata nelle frittate e nelle minestre di stagione, come condimento per delle lasagnette e nel ripieno delle crespelle.
Per apprezzare la bontà del silene bisogna coglierlo per tempo, cioè prima che il germoglio prenda a indurire.

giovedì 24 maggio 2012

Ancora sul Vintage, questa volta a Noventa di Piave

Ancora oggetti del passato che diventano di culto. Vi ho già più volte parlato del Vintage e di come non tutto sia da considerare tale.

Questa volta penso che sia proprio difficile divedersi, per le amanti del genere, data la conmcomitanza di due grandi eventi: Bassano del Grappa a Villa Giusti e Noventa di Piave (VE) al Designer Outlet con il Vintage Fashion Festival.
Infatti dal 21 al 27 maggio il Centro targato McArthurGlen ospiterà un’accuratissima selezione di abiti e accessori dagli anni ’40 alla fine degli anni ’80: oltre 1500 i pezzi esposti provenienti dall’archivio storico di A.N.G.E.L.O di Angelo Caroli, uno dei massimi esperti di Vintage che ha lavorato con i più noti stilisti a livello internazionale. 

Una vasta gamma di scelta per tutte le tasche: da accessori a prezzi accessibili ad articoli esclusivi provenienti dal catalogo di  A.N.G.E.L.O. Modelli che hanno fatto epoca e che, oltre ad essere esposti negli stand ospitati nelle piazzette principali di Noventa di Piave Designer Outlet, potranno essere acquistati dai visitatori grazie all’aiuto di personale specializzato. Si tratta, insomma, di veri e propri pezzi unici e introvabili. 

E' quindi l'occasione per “toccare con mano” una parte della storia d’Italia e non solo e magari portarsi a casa un originale Chanel, Hermès, Louis Vuitton, Gucci, o Christian Dior. 

L’esposizione sarà accompagnata dalla mostra “Il Giro del Mondo in 80 foulard” che presenterà per la prima volta un’incredibile collezione di foulard originali: pezzi autentici degli anni ’40, ’50 e ’60, provenienti dalle nazioni di tutto il mondo, dall’Alaska al Cile, dall’Islanda al Sud Africa, passando per l’Italia e la Cina, fino alla Tasmania, esposti come vari e propri quadri divisi per area geografica.

Un piccolo accenno relativo alla catena McArthurGlen Designer Outlets:
McArthurGlen Designer Outlets fa parte del gruppo McArthurGlen, proprietario e leader europeo nello sviluppo e nella gestione di designer outlet. Il gruppo, che conta attualmente 21 centri, ha introdotto in Europa il concetto di designer outlet  nel 1995. I consumatori che visitano i Designer Outlet McArthurGlen sono attratti dai risparmi del 30-70% tutto l’anno sulla maggior parte dei marchi di lusso, alta moda e high street fashion più ricercati. McArthurGlen dispone attualmente di una superficie di vendita di quasi 600.000 m2, con circa 200.000 m2 di nuovi spazi in via di realizzazione, compreso il McArthurGlen Designer Outlet di Neumünster nei pressi di Amburgo, la cui apertura è prevista per l’autunno 2012, oltre a due centri in corso di progettazione in Francia, uno a Vancouver e uno a Gand.
La mostra è itinerante e non ha una sola data, come è possibile vedere nella locandina.



Ma voglio darvi una dritta in più: per chi si registra sul sito, tramite facebook, è possibile avere una foulard vintage in omaggio.

mercoledì 23 maggio 2012

Manifestazioni a Vicenza dal 23 maggio

Mercoledì 23 maggio 2012, alle 18
Arriva a Vicenza, a Palazzo Leoni Montanari, lo scrittore, poeta e romanziere Manuel Alegre, ospite del festival Dire Poesia 2012. Una vita all’insegna dell’impegno civile, che ha attraversato la sua produzione letteraria e poetica, concretizzandosi nella scelta della politica attiva in difesa dell’autodeterminazione dei popoli: due volte candidato indipendente alla Presidenza della Repubblica portoghese (nel 2005 e nel 2011), Alegre verrà introdotto dalla docente di letteratura portoghese e brasiliana Sandra Bagno.
L’ingresso è libero fino all'esaurimento dei posti disponibili, è proposto dall’Assessorato alla cultura del Comune di Vicenza e da Intesa Sanpaolo in collaborazione con il Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari - Cattedra “Manuel Alegre” dell’Università di Padova e dall'Instituto Camões Portugal.
Per informazioni: Assessorato alla cultura tel. 0444 222101 infocultura@comune.vicenza.it / Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari tel. 800.578875 / Blog http://direpoesia.wordpress.com

alle 18
Viene inaugurato il Centro antiviolenza in via Torino, 11 (salone a pianoterra), un nuovo servizio capace di rispondere agli appelli delle vittime della violenza di genere e domestica, offrendo loro supporto qualificato e tutela legale.
La nascita del Centro è il frutto della condivisione e del lavoro congiunto di diversi enti, istituzioni e realtà del privato sociale e dell’associazionismo, in primis l’Assessorato alla famiglia e alla pace e l’Ufficio Pari Opportunità del Comune.
Per informazioni: tel. 0444 230402 – ceav@comune.vicenza.it


Venerdì 25 maggio 2012, alle 18
Ospite della rassegna Dire Poesia 2012, a Palazzo Leoni Montanari (al posto di Abdulah Sidran, assente per motivi di salute) sarà lo scrittore cileno Mario Meléndez.
L’incontro, a ingresso libero, è proposto in collaborazione con il Festival Biblico 2012, e proprio attorno al tema del festival («Perché avete paura?», l’interrogativo che Gesù pone provocatoriamente ai suoi discepoli), si svolgerà la lettura poetica bilingue in spagnolo e italiano accompagnata da note e commenti dell’autore.
Per informazioni: Assessorato alla cultura tel. 0444 222101 infocultura@comune.vicenza.it / Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari tel. 800.578875 / Blog > http://direpoesia.wordpress.com

alle 21
Lo Spazio Bixio in via Mameli propone una serata all'insegna della buona musica, con un concerto dei Morvarc'h, nota band vicentina maestra nel rileggere la tradizione celtica secondo le moderne sonorità rock e pop. Sul palco, Stefano Olivan al violino, Fabrizio De Tata alla chitarra, Francesco Corona alla batteria e Andrea Balasso al basso.
Biglietto: intero 10 €, ridotto 8 €
Per informazioni e prenotazioni: ufficio Theama Teatro tel. 0444 322525 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18) - cell. 345 7342025 (tutti i giorni dalle 10 alle 18) - info@theama.it (entro le 13 del venerdì)

alle 21
Il palco di Kitchen Teatro Indipendente (via dell’Edilizia, 72) ospita la compagnia teatrale Madame Rebiné, sulla scena con Il paziente, una commedia circense in cui la drammaturgia si mescola con le tecniche tipiche del teatro di strada: giocoleria, acrobatica, trapezio fisso, danza, crumping, magia, canto lirico, beat-box, manipolazione d’oggetto.
Biglietto: ingresso tesserati Arci 8 € - ingresso + tessera Arci 15 €
Per informazioni e prenotazioni: info@spaziokitchen.it - www.spaziokitchen.it


Fino a domenica 27 maggio 2012
L’ottava edizione del Festival Biblico, promosso dalla diocesi di Vicenza e dalla società San Paolo, s’intitola “Perché avete paura?” (Mc 4,40) La speranza dalle Scritture, e attraverso proposte molteplici e diversificate (incontri, spettacoli, concerti, meditazioni, testimonianze e animazioni) intende proporre, a credenti e non, percorsi di speranza, tra le domande della nostra esistenza e le provocazioni della Parola biblica. Tra le tante iniziative proposte si segnala, venerdì 25 maggio, alle 21 lo spettacolo a ingresso libero in scena nel cortile delle Suore Orsoline (contrà S. Francesco vecchio, 20), dal titolo La ragazza olandese, di Giuseppe Bovo con la collaborazione drammaturgica di Carlo Presotto, Paola Rossi, dedicato alla figura di Etty Hillesum.
Per informazioni: www.festivalbiblico.it / Centro culturale San Paolo onlus tel. 0444 924748 - info@festivalbiblico.it


Fino a domenica 10 giugno 2012
“Ambasciatori di note terza tappa: Vienna” è il titolo della XXI^ edizione delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico, la rassegna nata nel 1992 con l'intento di portare la grande musica classica in uno dei luoghi più suggestivi al mondo. Il Festival si articola in varie sezioni: opera lirica, concerti sinfonici e da camera, conferenze musicologiche, e si avvale della direzione artistica del maestro Giovanni Battista Rigon.
Info: segreteria Settimane Musicali tel. 0444 302425 - 3474925005 info@olimpico.vicenza.it www.olimpico.vicenza.it / biglietteria del Teatro comunale tel. 0444 324442 biglietteria@tcvi.it


Fino a domenica 10 giugno 2012
Continua a Casa Cogollo detta del Palladio (corso Palladio, 165) la mostra Sotto torchio: le carte di Dire Poesia con le plaquettes realizzate su carta pregiata, con i torchi a caratteri mobili, dall’artista Giovanni Turria de l’Officina Arte Contemporanea, contenenti i versi autografi e inediti lasciati da ciascun poeta in occasione degli incontri di Dire Poesia (svoltisi dal 2009 ad oggi).
Orario: dal martedì alla domenica con orario 10.30 – 13 e 15 – 19
Ingresso libero
Info: Assessorato alla cultura tel. 0444 222101 - uffmostre@comune.vicenza.it

Idee dal Catalogo Cox and Cox

Oggi vi voglio parlare di Cox and Cox marchio inglese fondato nel 2001 da Fiona Cox e Lizzie Thornton-Allan; l'azienda vende prodotti ed accessori di design per la casa e per gli eventi importanti, come ad esempio i matrimoni.
Se siete in cerca di qualche idea per fare un regalo, tantissime sono le proposte che potete trovare sul sito, dove il prezzo di vendita è espresso in sterline.

E' possibile inoltre ricevere gratuitamente a casa il catalogo su carta, previa registrazione su modulo di richiesta a questo link.

Certo alcune soluzioni sono particolarmente accattivanti, come questo allestimento per un tavolo esterno per occasioni importati.


Chi di noi non vorrebbe questo portacandele o questa stupenda mensola Shabby chic?




Bellissimi anche il portafiori e le lanterne, mentre trovo che la miniserra da giardino sia veramente deliziosa.





martedì 22 maggio 2012

“Vintagemania” a Bassano del Grappa: 25, 26 e 27 maggio 2012



Sull'onda del grande successo ottenuto nelle prime due edizioni, con oltre 8.000 visitatori nella seconda manifestazione, è stata organizzata la terza mostra mercato di "Vintagemania" a Bassano del Grappa in provincia di Vicenza.
La manifestazione si svolgerà nuovamente nello splendido scenario di Villa Giusti del Giardino dal 25 al 27 Maggio 2012, che per l'occasione è aperta al pubblico.
Percorrendo le antiche stanze della Villa, tipica espressione dell'architettura veneta del 600, si potranno ammirare ed acquistare creazioni del passato proposte da oltre 40 espositori selezionati.
Il successo della manifestazione è garantito dalla presenza di alcuni guru del Vintage d'Europa come Angelo Caroli, che in questa edizione consentirà di ammirare un'intera installazione dedicata ad EMILIO PUCCI, una selezione di capi e accessori prevenienti dall'archivio A.N.G.E.L.O. SMALL MUSEUM, uno dei luoghi di ricerca più importanti a livello internazionale.

A.N.G.E.L.O. Vintage Palace è un vero e proprio “tempio” di 1400 mq per gli amanti del vintage dove sono visibili 80000 tra capi e accessori per un'immersione completa nel vintage. Il palazzo è diviso in tre piani: i primi due sono dedicati alla vendita mentre il terzo custodisce l'archivio storico dell'azienda consultabile solo su appuntamento per gli operatori del settore. Il piano terra ospita capi e accessori per uomo, donna e bambino più facili e versatili disposti in tre sale in cui perdersi curiosando. Una sezione del piano è destinata al Vintage di Domani: una selezione di ciò che domani sarà un pezzo “cult” tra i capi delle collezioni contemporanee (ultimi 10 anni) delle più importanti firme. Un'altra stanza è invece dedicata ai capi e accessori di A.N.G.E.L.O. AND PARTNERS, un marchio nato dalla collaborazione tra Angelo Caroli e il noto produttore di abbigliamento Aldo Ciavatta, che crea pezzi unici partendo da capi vintage modificati, combinati con altri e attualizzati nella vestibilità e nel design. Al primo piano, il gusto retrò e ricercato della “Vintage Room” accoglie i capi più preziosi e datati sempre per la vendita: qui si possono trovare alcuni modelli storici di jeans Levi’s, pezzi importanti in tessuti pregiati, capi originali firmati dai più importanti stilisti tra cui Hermès, Chanel, Emilio Pucci, Yves Saint Laurent, Roberta di Camerino, Krizia etc.
Per chi volesse approfondire o per una visita
A.N.G.E.L.O. VINTAGE PALACE
48022 LUGO (RA), Corso Garibaldi, 59
[T] 0545 35200
[F] 0545 34440
[@] angelo@angelo.it
ORARI DI APERTURA:
Orario continuato 10:30/19:30 da Martedi a Sabato
Lunedi' pomeriggio: 15:00 alle 19:30
Chiuso Domenica e Lunedi' mattina
Apertura straordinaria ogni seconda domenica del mese,
orario continuato 10:30/19:30
(escluso i mesi di giugno-luglio-agosto)

Intanto tutti i Bassano del Grappa (VI) anche per approfittare dell'opportunità per una passeggiata nel famoso parco della villa, allestito per l'occasione con auto e moto vintage provenienti anche dal museo Vimar Bonfanti. Grazie alla collaborazione con un apprezzato locale della zona, sarà possibile godere del relax di un servizio bar e ristorante.
La manifestazione avrà luogo anche in caso di maltempo con i seguenti orari:
Venerdì 25 maggio dalle 14.00 alle 20.00
Sabato 26 maggio dalle 10.00 alle 23.00
Domenica 27 maggio dalle 10.00 alle 20.00




venerdì 18 maggio 2012

Manifestazioni culturali a Vicenza dal 18 maggio 2012

Da venerdì 18 a domenica 27 maggio 2012
L’ottava edizione del Festival Biblico, promosso dalla diocesi di Vicenza e dalla società San Paolo, s’intitola “Perché avete paura?” (Mc 4,40) La speranza dalle Scritture, e attraverso proposte molteplici e diversificate (incontri, spettacoli, concerti, meditazioni, testimonianze e animazioni) intende proporre, a credenti e non, percorsi di speranza, tra le domande della nostra esistenza e le provocazioni della Parola biblica. Innumerevoli i luoghi coinvolti dalle iniziative, tra Vicenza e Verona.
Per informazioni: www.festivalbiblico.it / Centro culturale San Paolo onlus tel. 0444 924748 - info@festivalbiblico.it


Sabato 19 maggio 2012, alle 21
Il palco di Kitchen Teatro Indipendente (via dell’Edilizia, 72) ospita la compagnia residente, Ossidiana Kitchen Project, che presenta Il diario di Eva, spettacolo liberamente tratto dall’omonimo testo di Mark Twain. Schegge di storie di donne, future e passate, irrompono sulla scena connotandola di toni surreali, fra il dramma e l’ironia, a partire dalla figura di Eva che rappresenta una sorta di universale femminile.
Accanto ad Adamo, interpretato da un unico attore, Kitchen Project ha scelto per Eva, un’interpretazione corale, affidata a quattro attrici differenti per età e caratteristiche, con cui dare pienezza alla figura della Prima Donna.
Biglietto: ingresso tesserati Arci 10 € - ingresso + tessera Arci 15 €
Per informazioni e prenotazioni: info@spaziokitchen.it - www.spaziokitchen.it

Dalle 21 alle 24
Per La Notte dei Musei apertura straordinaria dei Musei cittadini che proporranno ai visitatori un suggestivo viaggio interculturale.
Dalle 21 alle 22.30 il Museo Diocesano proporrà, con biglietto ridotto, l’itinerario “Maschere africane: presentificazione dell’invisibile, imitazione dell’apparenza” con filmato di un rito, visita alla collezione d'arte africana e laboratorio emozionale condotto da Theama Teatro (prenotazione obbligatoria al numero 0444 226400).
Il Museo Naturalistico Archeologico di Santa Corona proporrà alle 21 e alle 22.30 “Lungo il fiume e sull’acqua”: aspetti culturali della civiltà dei Veneti antichi a Vicenza, con laboratorio sulle antiche tecniche di lavorazione dei metalli (prenotazione obbligatoria al numero 0444 222815) e proiezione del documentario “Asini e scienziati” una avventura scientifica nel cuore della Lessinia. Ingresso gratuito.
Le Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari proporranno alle 21.15 e alle 22.15 il percorso “Angelo di fuoco”: itinerario tematico creativo alla scoperta di un’icona raffigurante l’Arcangelo Michele conduttore delle sfere celesti, conservata nel Museo (ingresso gratuito su prenotazione al numero verde 800.578875). Mentre alle 21 nel Salone d’Apollo verrà proposto, in collaborazione con il Conservatorio Pedrollo, un concerto tra arie e romanze russe (ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili). La serata sarà inoltre occasione per visitare la mostra Omaggio a Pompeo Pianezzola, allestita nelle sale del Palazzo fino al 19 agosto 2012.
Infine, il Museo naturalistico del Seminario proporrà la visita alle collezioni scientifiche.
Per informazioni: Museo Diocesano tel. 0444.226400 / Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari tel. 800.578875 / Museo Naturalistico Archeologico tel. 0444.222815 / Museo Naturalistico del Seminario Vescovile tel. 0444.501177


Domenica 20 maggio 2012, alle 21
Nella sala off dello Spazio Bixio (via Mameli, 4) si festeggia tra foto e letture la chiusura della sesta edizione di Teatro Elemento, rassegna promossa dall’Assessorato alla Cultura, con la direzione artistica e organizzativa di Theama Teatro. Titolo della serata, dal tono conviviale, sarà "Un anno al Teatro Bixio". In programma proiezioni videofotografiche e letture poetiche con testi di Fabio Mattiolo, in collaborazione con Digital Club – Vicenza, Stefano Pivotto, Giulia Orrico e Walter Marin e con la partecipazione degli attori di Theama Aristide Genovese, Piergiorgio Piccoli e Anna Zago.
Ingresso libero su prenotazione
Per informazioni e prenotazioni: ufficio Theama Teatro tel. 0444 322525 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18) - cell. 345 7342025 (tutti i giorni dalle 10 alle 18) - info@theama.it - www.spaziobixio.com - www.theama.it


Da domenica 20 maggio a domenica 10 giugno 2012
“Ambasciatori di note terza tappa: Vienna” è il titolo della XXI^ edizione delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico, la rassegna nata nel 1992 con l'intento di portare la grande musica classica in uno dei luoghi più suggestivi al mondo. Il Festival si articola in varie sezioni: opera lirica, concerti sinfonici e da camera, conferenze musicologiche, e si avvale della direzione artistica del maestro Giovanni Battista Rigon. Il ricco cartellone della rassegna 2012 prende il via alle 18 di domenica 20 maggio con l’opera di Mozart Il ratto dal serraglio, in prima esecuzione assoluta.
Per informazioni: segreteria Settimane Musicali tel. 0444 302425 - 3474925005 info@olimpico.vicenza.it www.olimpico.vicenza.it / biglietteria del Teatro comunale tel. 0444 324442 biglietteria@tcvi.it


Fino a domenica 10 giugno 2012
Continua a Casa Cogollo detta del Palladio (corso Palladio, 165) la mostra “Sotto torchio: le carte di Dire Poesia” con le plaquettes realizzate su carta pregiata, con i torchi a caratteri mobili, dall’artista Giovanni Turria de l’Officina Arte Contemporanea, contenenti i versi autografi e inediti lasciati da ciascun poeta in occasione degli incontri di Dire Poesia (svoltisi dal 2009 ad oggi).
Orario: dal martedì alla domenica con orario 10.30 – 13 e 15 – 19
Ingresso libero
Per informazioni: Assessorato alla cultura tel. 0444 222101 - infocultura@comune.vicenza.it - uffmostre@comune.vicenza.it

giovedì 17 maggio 2012

Scatole di latta (parte quarta)

Ecco che oggi, dopo avervi fatto tanto attendere,( parte 1 e parte 2), dopo avervi indotto in tentazione con le collezioni della guru locale delle scatole di latta Bianca Maria Martelli, “appiccico” con orgoglio la foto di una delle mie scatole di latta, qui in un dettaglio.


Ovvio che la trovo bellissima, con i segni del tempo trascorso e del suo continuo utiizzo, con questo “colore” particolarissimo che è in realtà un verde piuttosto cupo; mi piace soprattutto l'espressività del bambino, con gli occhioni grandi grandi, il faccione tondo ed il berretto da monello, che credo sia difficile rendere su di una stampa piatta.

E' piuttosto grande e misura 34 centimetri x 22 x 13. Date le dimensioni, non mi è difficile immaginare la gioia di quel bambino dell'epoca quando l'avrà ricevuta in dono: il contenuto doveva essere un pozzo di San Patrizio di caramelle, torrone, pastiglie dolci ...


Quando ne sono venuta in possesso, ed è stato proprio per caso, la curiosità di sapere qualcosa di più ha preso il sopravvento.

Una sbiadita stampa laterale ne segnala la ditta produttrice: Manifattura latta Redaelli di Rovato, in provincia di Brescia, manifattura presente nell'archivio scatolifici sul sito Casa delle scatole di latta di Gerano (Roma).

E per il sicuramente ricco contenuto in dolciumi?
Grazie al Centro documentazione di Monselice, ho trovato alcune notizie all'interno della storia di Monselice scritta da Celso Carturan, nato a Monselice nel 1875 e morto a Padova nel 1950, che mi mi hanno permesso di risalire allo stabilimento del Cav. Carlo Dal Din, nome che si legge abbastanza bene sulla mia “preziosa” scatola di latta.
E da qui cito letteralmente: “sorto per la produzione di confetture e marmellate. All'inizio di modeste proporzioni, per confezioni di genere di pasticceria, nei primissimi anni del corrente secolo (NDR si tratta del 1900) andò, per la intelligente ed onesta attività del proprietario, man mano sviluppandosi tanto da rappresentare oggidì uno dei più apprezzati stabilimenti del genere nelle nostre provincie. I suoi prodotti, sempre di qualità superiori, sono dovunque ricercatissimi, Lo stabilimento dapprima limitato ai fabbricato al lato destro della via che dalla Pescheria corre verso piazza Ossicella, si è da alcuni anni ampliato comprendendo i nuovi fabbricati costruiti sul lato opposto nel sito dove sorgeva prima il Politeama Cavallotti con annessi stabili e cortile ad uso stallaggio e magazzini di carbone. Lo stabilimento occupa parecchio personale specialmente di sesso femminile. Durante gli ultimi mesi di questa seconda grande guerra, stante la deficienza di materie prime nonché in questi primi mesi del dopoguerra ha dovuto limitare la propria produzione ma è certo che esso stabilimento ritornerà alla sua primitiva efficienza quanto prima incrementandola sempre più.”

Ovvio che muoio dalla voglia di saperne di più. Che ne è della manifattura Redaelli? E lo stabilitmento di Monselice esiste ancora?
Una veloce ricerca in rete non ha prodotto alcun risultato.
Qualcuno di voi ha qualche dettaglio? Mi pare impossibile che fabbriche di tali dimensioni e di tale successo non siano più attive.

martedì 15 maggio 2012

Mostra Giocattolo d'epoca e fumetto




Appassionati del giocattolo d'epoca e del fumetto ecco un'occasione da non perdere.
Sabato 12 maggio ha preso inizio la dodicesima mostra del giocattolo d’epoca e del fumetto presso la Cooperativa Sociale Insieme a Vicenza in via Dalla Scola 255 (zona San Pio X)
Si tratta di una mostra che è ormai una tradizione negli eventi offerti alla città ed è l’occasione per noi adulti per rivedere vecchi giocattoli o per fare man bassa, da collezionisti, e portare i nostri figli o i nipoti a vedere come si giocava una volta.
Solo cinquanta anni fa le bambine passavano i pomeriggi a dialogare con Cicciobello ed a pettinare Little Bride, una bambola bionda che fa bella mostra in uno degli scaffali.
Per gli appassionati del genere, ci sono giocattoli a pile come il Supercopter, di costruzione giapponese, un visore Murer che è una specie di vecchio binocolo che inserendo doppie immagini dava il senso della  tridimensionalità, bambole di celluloide, bambole Furga, Barbie con l'inseparabile Ken e un  avventuroso camper con barca per un Ken abbigliato da eroe del campeggio.
Non possono mancare i tradizionali “parecieti”, che da piccole tutte noi adoravamo, le lavatrici, i trenini ed ogni modello di automobilina e di aereo.

E' stata anche organizzata una collaterale di fumetti particolari, primi numeri e molti fumetti anni sessanta e  precedenti, tra cui una serie del mitico Corriere dei piccoli, e topolini in edizione americana e  tedesca.

Sabato 19 maggio il pomeriggio è dedicato ai bambini con “Giocoscienza” laboratorio di costruzione di giocattoli scientifici.
Sabato 26 maggio è previsto un laboratorio alla scoperta di forme e colori armati di colla, gomme, timbri e fantasia.
La partecipazione ai laboratori e l’accesso alla mostra è gratuito.
La mostra si concluderà il 26  maggio; l’orario di apertura è dalle 10 alle 12,30  e  dalle 15 alle 19,30 (lunedi mattina e domenica chiuso).
Per informazioni si può contattare lo 0444511562 o scrivere a info@insiemesociale.it

La Cooperativa Sociale Insieme è sorta a Vicenza nel 1979 per iniziativa di un gruppo di cittadine e cittadini; non ha finalità speculative ed ha per scopo la promozione umana tramite la mutua cooperazione.

venerdì 11 maggio 2012

Manifestazoni culturali a Vicenza dal 12 maggio 2012

Sabato 12 maggio 2012
Finale pirotecnico per l’ultima giornata di Vicenza Jazz 2012. Al Teatro Olimpico, alle 21, due concerti esploreranno l’inesauribile universo musicale di Thelonious Monk, nel trentennale della morte. Si inizia con il sestetto del pianista Franco D’Andrea, assieme al quale ci saranno Andrea ‘Ayace’ Ayassot (sax alto), Mauro Ottolini (trombone), Daniele D’Agaro (clarinetto), Aldo Mella (contrabbasso) e Zeno de Rossi (batteria). Poi arriveranno tre pianisti di statura planetaria: Kenny Barron, Mulgrew Miller e Dado Moroni, che condivideranno il medesimo palco.
Al Panic Jazz Cafè Trivellato, in Basilica Palladiana, alle 21.30 suonerà il Zambon-Fongaro-Straforini Trio, mentre alle 22.30 si esibirà il trombettista Fabrizio Bosso, ospite del gruppo del sassofonista Michele Polga, con Luca Mannutza (pianoforte), Luca Bulgarelli (contrabbasso) e Tommaso Cappellato (batteria).
La giornata vicentina è ricca di numerosi appuntamenti. Ai Chiostri di S. Corona (dalle 9 alle 16) si terrà il convegno “Musicoterapia e Professione: identità, prospettive e riflessioni” a cura dell’Associazione Italiana dei professionisti della Musicoterapia e del Centro Studi Musicoterapia Alto Vicentino. Il Conservatorio “A. Pedrollo” ospiterà un seminario con Franco D’Andrea (ore 11) e un concerto dell’Ensemble di jazz (ore 17). Poi ancora musica in Piazza Matteotti (ore 17) con gli Ukulele Lovers.
Per Informazioni: Assessorato alla cultura del Comune di Vicenza tel. 0444 221541 - Informazioni@vicenzajazz.org - www.vicenzajazz.org
Prevendite: biglietteria del Teatro comunale “Città di Vicenza” (viale Mazzini, 39) dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 18.30, il martedì e giovedì anche dalle 10.30 alle 13.00 – tel. 0444 324442 – Informazioni@tcvi.it - www.tcvi.it e sportelli della Banca Popolare di Vicenza

alle 18
A Palazzo Leoni Montanari, Anna Maria Farabbi, considerata dalla critica una delle voci più potenti della poesia italiana contemporanea, leggerà alcuni versi delle sue raccolte poetiche, accompagnata dalla musica di Rossano Emili (sax baritono, clarinetto) e Angelo Lazzeri (chitarra) per il quinto appuntamento della rassegna Dire poesia, in collaborazione con Vicenza jazz.
L’incontro - a ingresso libero - sarà introdotto dal poeta ed editore Marco Munaro.
Informazioni: Assessorato alla cultura tel. 0444 222101 infocultura@comune.vicenza.it - Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari tel. 800.578875

alle 21.30
KITCHEN / Teatro Indipendente (via dell’Edilizia, 72) propone in prima serata IAI - di e con Alessandro Martinello - un progetto di ricerca teatrale ispirato all’opera dello scrittore Yukio Mishima, in un’interpretazione che fonde i sapori della tradizione giapponese con l’attualità dei linguaggi tecnologici.
Lo spettacolo (una produzione Tam Teatromusica, con menzione speciale al Premio Controscene 2010 Città di Biella) mostra come l’individuo sia obbligato a confrontarsi con un nuovo concetto di identità virtuale, mutevole e intangibile, multimediale.
Dopo lo spettacolo, alle 23.45 le sperimentazioni audiovisive continuano con il DjSet Beware of Jamming Fingers.
Biglietto: ingresso tesserati Arci 8 € - ingresso + tessera Arci 15 € (IAI) / ingresso tesserati Arci 2 € - ingresso + tessera Arci 9 € (Beware of Jamming Fingers)
Informazioni e prenotazioni: Informazioni@spaziokitchen.it - www.spaziokitchen.it

Domenica 13 maggio 2012
La Fondazione Monte di Pietà di Vicenza in collaborazione con la Schola Vincentiana, diretta da Filippo Furlan, propone tre pomeriggi musicali nella Chiesa di San Vincenzo, incorporata nel Palazzo del Monte di Pietà in Piazza dei Signori. S’inizia questa domenica con l’apertura della chiesa di San Vincenzo dalle 15 alle 17 e le esibizioni del coro (della durata di quindici minuti) alle 15.15, alle 16 e alle 16.45.
Nell’intervallo tra un’esibizione e l’altra sarà possibile visitare la Chiesa, grazie anche alla disponibilità di volontari dell’Associazione Amici dei Monumenti.
Ingresso libero

Alle 17.30
Il Comune di Vicenza offre uno spettacolo gratuito al Teatro comunale per la Festa della mamma, dal titolo “Fiori di parole e musica”. Sul palco si alterneranno il coro Pueri Cantores, diretto dal maestro Roberto Fioretto, e i giovani attori del Centro Mira Project insieme con il Gruppo Teatro per tutti. Lo spettacolo è un itinerario teatrale liberamente ispirato a testi di Shakespeare, Jane Austin, Anton Cechov, Maurice Maeterlinck, Martin Mc Donagh, interpretati dal Centro Mira Project sotto la guida di Mira Topcieva e Alessandro Pozzato.
L’ingresso è libero ed è ammesso a partire dalle 16.30 e fino a esaurimento dei 900 posti disponibili.


Fino a domenica 13 maggio 2012
In occasione di Vicenza Jazz, la sede di ViArt (Contrà del Monte, 13) propone le mostre “La voce della musica” e “Round About Township”. La prima esposizione nasce dalla grande passione per il collezionismo del Museo Tibaldo che raccoglie un patrimonio che racconta l'evoluzione della comunicazione in oltre 200 anni di storia (oltre 10.000 pezzi ancora funzionanti, della storia dei mezzi della comunicazione audio - video - musicale, della scienza e della tecnica). Round About Township, realizzata in collaborazione con la rassegna Dire Poesia, racconta il legame del fotografo Pino Ninfa con il mondo del jazz, esplorato da prospettive e angoli visuali inediti.
Orario: martedì, giovedì, sabato, domenica 10-12.30 e 15-19; mercoledì, venerdì 15-19.
Ingresso libero
Informazioni: ViArt tel. 0444 545297 - www.viart.it


Fino a domenica 10 giugno 2012
Continua a Casa Cogollo detta del Palladio (corso Palladio, 165) la mostra “Sotto torchio: le carte di Dire Poesia” con le plaquettes realizzate su carta pregiata, con i torchi a caratteri mobili, dall’artista Giovanni Turria de l’Officina Arte Contemporanea, contenenti i versi autografi e inediti lasciati da ciascun poeta in occasione degli incontri di Dire Poesia (svoltisi dal 2009 ad oggi).
Orario: dal martedì alla domenica con orario 10.30 – 13 e 15 – 19
Ingresso libero
Informazioni: Assessorato alla cultura tel. 0444 222101 - infocultura@comune.vicenza.it - uffmostre@comune.vicenza.it

mercoledì 9 maggio 2012

Manifestazioni culturali a Vicenza dal 9 maggio 2012

Mercoledì 9 maggio 2012
Il Festival Vicenza Jazz ospita alle 21 al Teatro Comunale il trio del pianista Stefano Battaglia (con Salvatore Maiore al contrabbasso e Roberto Dani alla batteria). A seguire uno degli appuntamenti più attesi di questa edizione del festival: un’immersione nella classicità della storia del jazz, con un contrabbassista d’eccezione come Ron Carter, accompagnato sul palco da Russell Malone (chitarra) e Donald Vega (piano). Per questo appuntamento con il “Golden Striker Trio” Vicenza Jazz registra il tutto esaurito.
Il Panic Jazz Cafè Trivellato, sotto la Basilica Palladiana, propone invece in apertura di serata alle 21.30 il Tondo-Bueloni-Cogo Trio, mentre alle 22.30 a esibirsi sarà una delle formazioni più intriganti della scena nordica, il Tingvall Trio, con Martin Tingvall (pianoforte), Omar Rodriguez (contrabbasso) e Jurgen Spiegel (batteria).
Da segnalare anche il concerto del Thelonious Ensemble alle 19 a Palazzo Cordellina a latere della mostra “Round About Monk” di Mariella Scandola.
Per informazioni: Assessorato alla cultura del Comune di Vicenza tel. 0444 221541 - informazioni@vicenzajazz.org - www.vicenzajazz.org
Prevendite: biglietteria del Teatro comunale “Città di Vicenza” (viale Mazzini, 39) dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 18.30, il martedì e giovedì anche dalle 10.30 alle 13.00 – tel. 0444 324442 – informazioni@tcvi.it - www.tcvi.it e sportelli della Banca Popolare di Vicenza


Giovedì 10 maggio 2012
La trombonista inglese Annie Whitehead è la protagonista della settima serata del festival Vicenza Jazz. Assieme a lei, al Teatro Comunale, alle 21, per uno sfavillante omaggio alle musiche di Robert Wyatt dei Soft Machine, ci saranno due vocalist d’eccezione: Sarah-Jane Morris e Cristina Donà. L’ampia formazione è completata da Jennifer Maidman (chitarra, voce), Janette Mason (pianoforte, tastiere), Brian Hopper (sax tenore), Mark Lockheart (sax tenore e soprano), Tim Harries (basso el.) e Liam Genockey (batteria). Il concerto ha già registrato il tutto esaurito in prevendita.
Negli spazi della Basilica Palladiana, il Panic Jazz Cafè Trivellato risponde con una proposta musicale di assoluto rilievo: alle 22.30 il quartetto del batterista Antonio Sanchez, con Dave Binney (sax), John Escreet (pianoforte) e Matt Brewer (contrabbasso); preceduto, alle 21.30 dal Pagliaccia-Gallucci-Pozzer Trio.
Il concerto pomeridiano a Palazzo Cordellina (ore 19) vedrà esibirsi Ettore Martin (sax) e Matteo Alfonso (pianoforte). In giornata inizia anche la masterclass di teatro-danza classico Bharatanatyam, con la danzatrice Priyadarsini Govind, che si tiene al Conservatorio di musica Pedrollo sino al 13 maggio.


Venerdì 11 maggio 2012
Una delle serate più sontuose di Vicenza Jazz 2012: alle 21 il Teatro Olimpico ospita il concerto del trombettista Fabrizio Bosso, accompagnato sul palco dall’Orchestra del Teatro Olimpico (diretta da Stefano Fonzi) e dal suo gruppo jazz (Claudio Filippini al pianoforte, Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Lorenzo Tucci alla batteria) nell’esecuzione di “Enchantment”, un affascinante omaggio alle musiche di Nino Rota. Il concerto ha già registrato il sold out in prevendita.
Di grande richiamo è anche il programma serale del Panic Jazz Cafè Trivellato con un protagonista di rango come il chitarrista Dominic Miller, che suonerà alle 22.30 con Mike Lindup (tastiere), Nicolas Fiszman (basso el.) e Rhani Krija (percussioni), preceduto alle 21.30 dal G.J. Quintet.
Gli altri appuntamenti della giornata vanno dal seminario con Maurizio Franco “Africa e Monk: un rapporto obliquo” al Conservatorio “A. Pedrollo” alle 11, all’esibizione della Mo’ Better Band lungo le vie del centro storico (dalle 17, in occasione della Festa del Jazz a cura della Confcommercio di Vicenza), sino a “Le canzoni di Monk” con Paolo Birro (pianoforte) e Franco Costantini (voce recitante) a Palazzo Cordellina (ore 19).


Fino a domenica 13 maggio 2012
In occasione di Vicenza Jazz, la sede di ViArt (Contrà del Monte, 13) propone le mostre “La voce della musica” e “Round About Township”. La prima esposizione racconta l'evoluzione della comunicazione in oltre 200 anni di storia (oltre 10.000 i pezzi della storia dei mezzi di comunicazione audio - video - musicale, della scienza e della tecnica collezionati dal Museo Tibaldo, che qui ne offre una selezione significativa). Round About Township, realizzata in collaborazione con la rassegna Dire Poesia, è un racconto per immagini, frutto della sensibilità di un fotografo da sempre legato al mondo del jazz, Pino Ninfa.
Orario: martedì, giovedì, sabato, domenica 10-12.30 e 15-19; mercoledì, venerdì 15-19.
Ingresso libero
Per informazioni: ViArt tel. 0444 545297 - www.viart.it


Fino a domenica 10 giugno 2012
A Casa Cogollo (corso Palladio, 165) prosegue la mostra “Sotto torchio: le carte di Dire Poesia” che raccoglie le plaquettes realizzate con i dettami dell’antica arte tipografica, su carta pregiata con i torchi a caratteri mobili, dall’artista Giovanni Turria de l’Officina Arte Contemporanea, contenenti i versi autografi e inediti lasciati da ciascun poeta in occasione degli incontri della rassegna internazionale Dire Poesia (dal 2009 ad oggi).
Orario: dal martedì alla domenica con orario 10.30 – 13 e 15 – 19
Ingresso libero
Per informazioni: Assessorato alla cultura tel. 0444 222101 - infocultura@comune.vicenza.it - uffmostre@comune.vicenza.it

martedì 8 maggio 2012

Domenica 13 Maggio Valeggio veste il Vintage


Si tratta di una stupenda manifestazione, ormai collaudata dato che è giunta alla sua settima edizione; organizzata per la prima volta nel Maggio 2009 vede la presenza di più di 50 gli espositori  provenienti da tutta Italia ed è l'unica, tra le tante, che si avvale del parere di esperti del settore per selezionare i partecipanti, al fine di garantire un'alta qualità degli articoli esposti.

"Valeggio veste il Vintage" si presenta come un viaggio a ritroso nel tempo, dove riscoprire la raffinata abilità sartoriale dei modelli anni '50, i colori e le fantasie della moda "beat" anni '70, cappelli d'epoca, bijoux americani, occhiali, borse e accessori, ma anche capi unici per collezionisti e archivi del costume, preziosa fonte di documentazione per stilisti, produzioni cinematografiche e redazioni di moda.

Ogni appuntamento di "Valeggio veste il Vintage" è arricchito da mostre a tema; in questa edizione l'arch. Gianni Campi, appassionato collezionista di oggetti di design, propone una selezione di pezzi in bakelite, rivoluzionario materiale che prende piede negli anni '20-'30 del 1900, sia in ambito industriale che artistico, determinando un nuovo impulso alla produzione degli oggetti in serie.
Con la mostra "BAKELITE: il materiale della modernità" e tramite oggetti come lampade, radio, telefoni e altri articoli di uso domestico, si ripercorre un'epoca innovativa, sperimentale e al contempo sofisticata, come quella dell'Art Decò e dello Streamline.

La ricerca di stile che ispira tutta la manifestazione riguarda anche gusto e tradizioni enogastronomiche: durante la giornata è infatti possibile degustare prodotti tipici valeggiani e del territorio veronese, proposti da gastronomie, ristoranti, pastifici artigiani ed aziende vinicole locali.

La manifestazione ospiterà due gruppi musicali, che si alterneranno nell'interpretare dal vivo classici jazz, soul, e disco, con arrangiamenti originali dalla forte personalità: sul palco di questa edizione i Jazz Cubes e i THC.

Uno spazio espositivo sarà dedicato interamente alle auto e moto d'epoca, con la partecipazione del Vespa Club Valeggio e di alcuni collezionisti privati.

L'organizzazione precisa che in caso di maltempo la manifestazione si svolgerà presso la struttura coperta del Mercato Ortofrutticolo di Valeggio sul Mincio, in Zona Artigianale.

La manifestazione è organizzata da Associazione Percorsi in collaborazione con Associazione Pro Loco Valeggio, Arte&Viaggi e con l'appoggio dell'Amministrazione Comunale. 
Per informazioni tel : 045.7951880  - 349.8739767  -  349.6130690
 oppure sul sito

lunedì 7 maggio 2012

CONCORSO PROTAGONISTE DELLA CREATIVITA’ 2012

Ecco una iniziativa per tutte voi creative e che mi pare interessante segnalare: si tratta del concorso “Protagoiste della creatività 2012”, prorogato fino al 31 maggio 2012, iniziativa di Hobbydonna.it ed Edizioni Lumina in collaborazione con Abilmente – Fiera di Vicenza


Hobbydonna, nato nel lontano 2001, è il portale di tutti coloro che amano gli hobby creativi; potete trovare indicazioni in merito a progetti, consigli, piccoli trucchi, appuntamenti, informazioni sui prodotti, indirizzi fisici e virtuali su moltissimi hobby creativi, insomma tutto ciò che riguarda il mondo della creatività a 360°.
Dopo il grande successo riscontrato dal Concorso Protagoniste Creatività 2011 grazie al quale sono stati prodotti il Calendario e l'Agenda Protagoniste della creatività 2012, Hobbydonna.it ed Edizioni Lumina rinnovano l’iniziativa proponendo al pubblico degli appassionati un Concorso ancora più ricco ed ampio. L’ iniziativa è rivolta a tutti i lettori che potranno diventare PROTAGONISTI DELLA CREATIVITA’ 2012, come autori del nuovo Calendario 2013 e del nuovo Annuario 2012, nonché di altre pubblicazioni ed eventi ad essi collegati, individuando 36 progetti creati con tecniche diverse.
Gli oggetti selezionati faranno parte di una mostra fotografica ospitata da Fiera di Vicenza durante la manifestazione Abilmente edizione Autunno 2012 (18-21 Ottobre 2012).
Il concorso è completamente gratuito e aperto a lettori privati, negozi, associazioni, club, etc .
Tema del 2012 è : “LA MIA CASA”
I progetti da presentare dovranno essere ispirati ai 6 diversi ambienti della casa identificati come segue:
- Soggiorno
- Cucina
- Camera da letto
- Camera del bambino
- Stanza da bagno
- Terrazzo, balcone, giardino
Il soggetto è libero ed è possibile presentare anche progetti legati alla decorazione della casa durante le varie festività e le stagioni.
Per le modalità di partecipazione è necessario compilare un’apposita scheda web disponibile sul sito www.concorso.hobbydonna.it oppure sul blog dell’iniziativa protagonistecreativita.blogspot.com.

Gli autori delle opere che saranno selezionate vincono :

- la pubblicazione del progetto sul Calendario 2013 o sull’Annuario della creatività 2012 con tutte le indicazioni che le riguardano ed ulteriori pubblicazioni sul portale Hobbydonna.it , il Blog dell’iniziativa e le testate periodiche di Edizioni Lumina ;
- La partecipazione alla Mostra fotografica PROTAGONISTE DELLA CREATIVITA’ 2012 ospitata dalla manifestazione Abilmente 2012 – edizione autunno, organizzata in collaborazione con Fiera di Vicenza.

- Alcuni dei vincitori, inoltre, avranno la possibilità di partecipare, per un giorno, con una loro postazione, all'interno dell'Area PROTAGONISTE DELLA CREATIVITA’ 2012 ospitata dalla manifestazione Abilmente 2012 – edizione autunno, dove potranno mostrare i loro manufatti ed organizzare corsi e dimostrazioni.

Le autrici selezionate riceveranno inoltre i premi messi a disposizione dagli sponsor :
- 1 buono del valore di 50 € da spendere sul Catalogo online di Opitec Hobbyfix
- 1 kit di prodotti offerto da Coats Cucirini del valore di 50 €
- 6 mesi gratuiti di negozio virtuale per proporre i propri manufatti sul portale www.ulaola.com lo shopping gallery online per comprare e vendere solo ciò che è unico
- 5 calendari e 3 annuari omaggio;
- 1 biglietto gratuito + 1 biglietto ridotto per l’ingresso ad Abilmente edizione autunno 2012
- 1 abbonamento di un anno ad una pubblicazione a scelta tra tutte quelle editate da Edizioni Lumina + 1 libro a scelta della collana di Edizioni Lumina.

Tra tutte le partecipanti sono messi a disposizione anche dei super-premi:
- 1 macchina da cucire Husqvarna Viking HClass 100Q messa a disposizione da SVP Europe.
- 1 buono del valore di 300 € da spendere sul Catalogo online di Opitec Hobbyfix
- 1 kit di prodotti offerto da Coats Cucirini del valore di circa 300 €

I premi verranno consegnati durante la cerimonia di premiazione che si terrà presso la Fiera di Vicenza durante l’edizione Autunno 2012 di Abilmente.

Affrettatevi perchè il 31 maggio è vicino!

venerdì 4 maggio 2012

Manifestazioni culturali a Vicenza dal 4 al 12 maggio

AL VIA LA XVII EDIZIONE DI “NEW CONVERSATIONS VICENZA JAZZ”

Prende il via domani - venerdì 4 maggio - alle 21 la diciassettesima edizione del festival New Conversations - Vicenza Jazz, all’insegna dell’incontro con l’Oriente, con un cartellone che, fino al 12 maggio, proporrà oltre un centinaio di concerti.
Ad aprire l’edizione 2012 sarà un poker di concerti: al Teatro Olimpico si esibisce il trio di Ernst Reijseger, che vedrà accanto al noto violoncellista olandese, il cantante senegalese Mola Sylla (voce, xalam e kalimba) e il pianista Harmen Fraanje, per un riuscito incontro tra improvvisazione jazzistica, musica classica contemporanea e word music. La seconda parte della serata ha invece come protagonista d’eccezione il musicista indiano Trilok Gurtu, apprezzato in tutto il mondo per la sua straordinaria tecnica percussiva, che ci porterà nel cuore della musica improvvisata dell’estremo oriente. Ad affiancarlo sul palco, ci saranno Andy Suzuki (sax, flauto, tastiera), Carlo Cantini (violino, melodica tastiera), Roland Cabezas (chitarra) e Johann Berby (basso el.) insieme alla cantante e danzatrice kathak Mukti Shri.
Nuova location per il Panic Jazz Cafè Trivellato, la zona jazz club del festival, che quest’anno si sposta negli spazi della Basilica Palladiana in Piazza dei Signori, dove, a partire dalle 22.30, sarà possibile ascoltare il trio ‘elettronico’ del trombettista Marco Tamburini (con il pianista Stefano Onorati e il batterista Stefano Paolini) e, a seguire, il quartetto dei Jazz Travellers ovvero Pietro Tonolo (sax), Paolo Birro (piano), Lorenzo Conte (contrabbasso) ed Emanuele Maniscalco (batteria).
Per informazioni: Assessorato alla cultura del Comune di Vicenza tel. 0444 221541 - info@vicenzajazz.org - www.vicenzajazz.org
Prevendite: biglietteria del Teatro Comunale “Città di Vicenza” (viale Mazzini, 39) dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 18.30, il martedì e giovedì anche dalle 10.30 alle 13.00 – tel. 0444 324442 – info@tcvi.it - www.tcvi.it e sportelli della Banca Popolare di Vicenza


Venerdì 4 maggio 2012, ore 21
Il palco di Kitchen Teatro Indipendente (via dell’Edilizia, 72) ospita una proposta teatrale del COLECTIVO TBT legata al concetto di città nel Nordest, intesa come luogo fisico ed interiore. I due protagonisti di North b-East, gli attori padovani Marco Tizianel e Silvio Barbiero, descrivono i particolari di Padania City, il luogo in cui vivono, offrendoci un ritratto implacabile ed umanissimo.
Biglietto: ingresso tesserati Arci 10 € - ingresso + tessera Arci 15 €
Per informazioni e prenotazioni: info@spaziokitchen.it - www.spaziokitchen.it


Fino a domenica 13 maggio 2012
In occasione di Vicenza Jazz, la sede di ViArt (Contrà del Monte, 13) propone le mostre “La voce della musica” e “Round About Township”. La prima esposizione nasce dalla grande passione per il collezionismo del Museo Tibaldo che raccoglie oltre 10.000 pezzi perfettamente funzionanti, della storia dei mezzi della comunicazione audio - video - musicale, della scienza e della tecnica: un patrimonio che racconta l'evoluzione della comunicazione in oltre 200 anni di storia. Un’interessante sezione riguarda la storia dei piani (a cilindro, a sedia, a coda).
Round About Township, realizzata in collaborazione con Dire Poesia, racconta il legame del fotografo Pino Ninfa con il mondo del jazz, esplorato da prospettive e angoli visuali inediti.
Orario: martedì, giovedì, sabato, domenica 10-12.30 e 15-19; mercoledì, venerdì 15-19.
Ingresso libero
Per informazioni: ViArt- Artigianato Artistico Vicentino tel. 0444 545297 - www.viart.it


Fino a domenica 10 giugno 2012
A Casa Cogollo (corso Palladio, 165) la mostra “Sotto torchio: le carte di Dire Poesia” raccoglie tutte le plaquettes realizzate su carta pregiata (dal 2009 ad oggi), con i torchi, dall’artista Giovanni Turria de l’Officina Arte Contemporanea per la rassegna internazionale Dire Poesia, contenenti i versi autografi e inediti lasciati da ciascun poeta in occasione degli incontri.
Orario: dal martedì alla domenica con orario 10.30 – 13 e 15 – 19
Ingresso libero
Per Informazioni: Assessorato alla cultura del Comune di Vicenza tel. 0444 222101 - infocultura@comune.vicenza.it – uffmostre@comune.vicenza.it

giovedì 3 maggio 2012

Frittelle di fiori d'acacia

Il commento di un'amica del blog GuastaBlog che vi suggerisco di frequentare data la sua simpatia, mi ha suggerito l'argomento di oggi che ci vuole impegnate in cucina.


Quindi gambe in spalla a procurarsi la materia prima: i fiori d'acacia, detta anche robinia o gaggia che hanno raggiunto adesso il giusto punto di fioritura. Meglio raccoglierli il mattino presto perchè così sono ancora chiusi e gli insetti, soprattutto le api, ghiottissime del loro dolcissimo nettare, non li hanno ancora visitati.
Una volta a casa verificare appunto che non ci siano insetti all'interno, ad esempio le formiche; lavarli molto delicatamente e asciugarli stesi su di un canovaccio in modo da non rovinarli. Se non sono utilizzati subito vanno conservati in frigo, in un contenitore chiuso ermeticamente.
Preparare quindi la pastella, per la quale ognuno ha la sua ricetta e la sua variante; io vi suggerisco questa che uso solo per le pastelle dolci.

Sbattere energicamente due tuorli di uova fresche con 200 grammi di zucchero semolato, unire 2 cucchiaiate di olio d'oliva e, poco alla volta mescolando bene affinchè non si formino grumi, 250 grammi di farina bianca.
Aggiungere un cucchiaio di grappa e un cucchiaio di lievito in polvere.
Montate a neve ferma le due chiare con un pizzico di sale.
Amalgamare senza smontare alla pastella e lasciar riposare in luogo fresco per un paio d'ore.

Immergere i fiori interi, uno alla volta, nella pastella tenendoli per il gambo e poi tuffarli in padella nell'olio caldo finchè risulteranno dorati.
Se si preferisce, i grappoli possono essere "sgranati" per utilizzare solo i fiori. In questo caso utilizzare l'impasto a cucchiaiate.
Si servono ben caldi, spolverizzati con un po' di zucchero a velo a fine pranzo.

Se mangiati con un formaggio fresco, costituiscono un ottimo piatto di mezzo.
Possono anche far parte di un “fritto misto vegetariano” assieme alla borragine, a fiori di Zucchino, fettine di Mele, listelli di peperone, foglie di salvia; nel tal caso va utilizzata una pastella non dolce.

La robinia non è una specie originaria del nostro territorio, essendo stata importata in Europa oltre 400 anni fa. Era infatti il 1601 quando un farmacista e botanico francese, Jean Robin, ricevette l’incarico dalla Facoltà di Medicina dell’Università di Parigi di recarsi nel “Nuovo Mondo” per trovare nuove piante medicinali che potessero alleviare le sofferenze dei malati. In quei tempi la maggior parte delle medicine erano estratte da piante e medici e farmacisti vedevano nelle scoperte di nuove terre un gigantesco serbatoio di nuovi “prodotti farmaceutici”.
La robinia però non trovò uso in farmacologia, dato che tutte le parti della pianta, escluso i fiori che sono commestibili, sono risultate tossiche, ma grazie alla sua crescita veloce, al legno bello e resistente, alla capacità di migliorare le caratteristiche del terreno, fu sempre più usata negli spazi rurali dell’Europa. In Italia fu impiegata largamente a cominciare dal secolo XIX e ora è ampiamente diffusa nelle pianure, sulle colline e nei fondovalle, sia nei boschi che nei terreni agricoli.
Quando viene tagliata periodicamente per procurarsi legna da ardere o pali, emette vigorosi ricacci dalla ceppaia e dalle radici, diffondendosi sempre di più e ostacolando la crescita di piante che da giovani crescono lentamente, come le querce. Per questo, la coltivazione della robinia con tagli di ceduazione frequenti l’ha fatta espandere sempre di più, a danno delle specie tipiche dei nostri boschi. In passato, la regole sui tagli del bosco permettevano il taglio della robinia ogni 4 anni e ciò stimolava il veloce ricaccio dei nuovi getti e la veloce diffusione di questa specie. Ora, invece, le regole impongono un intervallo minimo fra i taglio di 10 anni nei boschi puri di robinia, che devono salire a 20 nei boschi ove la robinia è ancora mescolata alle specie autoctone. Alla robinia potrebbe essere applicato un detto tipo: “più mi tagli, più mi diffondo” e il migliore modo per contenerla è evitare di tagliarla troppo spesso.