Cerca nel blog

giovedì 27 settembre 2012

Appuntamenti a Vicenza dal 27 settembre

Prosegue a Palazzo Cordellina fino al 30 settembre La Città dell’Architettura, progetto realizzato dall’Assessorato alla progettazione e innovazione del territorio e alla cultura, con il sostegno di Fondazione Cariverona, nell’ambito dell’accordo di programma con la Regione del Veneto.
Ad accompagnarci alla riscoperta del legame fra Vicenza e l’architettura, prestigiose rassegne (aperte con orario 10-20 e curate da: Abacoarchitettura, premi internazionali Dedalo Minosse e Andrea Palladio, Ordine degli Architetti di Vicenza, VAGA, ISAI, NIB, movimento Giovani imprenditori di Confartigianato Vicenza) e incontri sui temi della comunicazione dell’architettura.
Sempre a Palazzo Cordellina, per tutta la durata della manifestazione, è inoltre attivo un info-point a cura di VAGA, mentre dalle 19.30 alle 23 è possibile ammirare sulla facciata esterna del Palazzo una suggestiva installazione di lighting design a cura di Giovanni Traverso.
Dal 28 al 30 settembre i Giardini Salvi ospitano "Public City", a cura di Salottobuono, un workshop che darà forma ai primi ragionamenti sulla possibile trasformazione dell’ex fiera campionaria di Vicenza. Il workshop sarà coordinato da Giovanni Piovene (Salottobuono) e Flavio Albanese (ASA), che saranno affiancati, in veste di tutor, da Sotiria Kornaropoulou (51N4 E), Konstantinos Pantazis (Point Supreme), Michele Marchetti, Matteo Ghidoni e Ludovico Centis (Salottobuono).
Per info sul workshop: giovanni.piovene@salottobuono.net.
Tutte le iniziative sono a ingresso libero
Il programma completo de "La Città dell'Architettura" è consultabile sul sito www.cittadellarchitettura.it
Per informazioni: comunicazionecultura@comune.vicenza.it

Giovedì 27 settembre, alle 19
Si inaugura ad AB23 - contenitore per il contemporaneo (ex Chiesa dei SS. Ambrogio e Bellino in contrà S. Ambrogio 23) "Se il grano non muore", la mostra dell’artista bassanese Silvano Tessarollo organizzata dalla Fondazione Vignato in collaborazione con l’Assessorato alla cultura. Curata da Julia Draganoviæ e Elena Forin - LaRete Art Projects, la mostra è articolata in due installazioni dal forte carattere evocativo. Concentrato sui temi dello spazio specifico e sull’azione che il tempo opera su di essi, Tessarollo ha articolato attorno a questi due aspetti la propria cifra stilistica.
L’esposizione è aperta dal 28 settembre al 28 ottobre, dal giovedì e venerdì dalle 16 alle 19, sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19. Ingresso libero.
Per informazioni: info@fondazionevignato.it

Sabato 29 settembre, ore 21
C’è attesa per il secondo appuntamento del 65° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico, dopo le intense emozioni regalateci dalla prima mondiale del "Paradiso" diretta da Eimuntas Nekrosius, in scena, questa volta, La Storia di Antigone, nella riscrittura della tragedia di Sofocle proposta dalla talentuosa Ali Smith, per la regia di Roberto Tarasco, con Anita Caprioli.
II 65° Ciclo di Spettacoli Classici è promosso dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con la Fondazione Teatro Comunale, realizzato con il contributo della Fondazione Cariverona, con il sostegno di Unicredit e di Trivellato spa, in collaborazione con Il Giornale di Vicenza per la Cultura.
I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro Olimpico (Piazza Matteotti 3) la sera dello spettacolo, dalle 19 alle 21, e alla biglietteria del Teatro Comunale (viale Mazzini 39 - tel. 0444 324442 - biglietteria@tcvi.it), sul sito del Teatro Comunale (www.tcvi.it) e in tutte le filiali della Banca Popolare di Vicenza. Il prezzo dei biglietti è di 28 euro (intero), 22 euro (ridotto over 60), 18 euro (ridotto under 30).
Per informazioni: www.tcvi.it/nekrosius - infolimpico@tcvi.it

Domenica 30 settembre, ore 18
Inaugura alla Casa del Palladio, in corso Palladio 165, la mostra "Menù – food design".
Da tempo le creazioni di food design, intese come oggetti con cui si mangia, a forma di cose da mangiare, o come cibi presentati in modi creativi e inconsueti, hanno risvegliato l’interesse di critica e pubblico, dando vita ad apposite rassegne, fiere ed eventi a tema. Anche a Vicenza, dopo il successo d’edizione 2010, torna una mostra dedicata a questa tematica.
L’esposizione, organizzata dall’Assessorato alla Cultura, a cura di Stefania Portinari e realizzata grazie al sostegno di Fondazione Cariverona e gruppo Gemmo, nell’ambito de "La città dell’architettura", sarà aperta fino al 18 novembre 2012, dal martedì alla domenica, con orario 10-13, 15-19. Ingresso libero.
Per informazioni: uffmostre@comune.vicenza.it - tel. 0444 222122 - 0444 321354

Sabato 29 e domenica 30 settembre
Contra' S. Caterina e la pista ciclabile Casarotto saranno teatro di una festa di quartiere aperta all’intera città, dal titolo "Borgo Berga chiama Vicenza". Sabato alle 18 in contra' Santa Caterina sarà inaugurata la mostra fotografica "I valori del Borgo: Cotorossi, per ricordare una pagina del lavoro nazionale", a seguire l'incontro pubblico "Quale futuro per costruire comunità?". Alle 21 al monumento ai partigiani di viale Dieci Martiri si terrà la performance di teatrodanza "Wohin, Dove", a cura di Arti della Rappresentazione, e la presentazione del volume "Quattro su dieci" di Irene Rui. Domenica alle 8.30 si terrà la Messa nella chiesetta di Santa Caterinella al Porto. Dalle 16 Arciragazzi proporrà giochi di strada, SpazioNadir organizzerà una mostra mercatino di produzioni artistiche, l'associazione Elemento di Disturbo proporrà laboratori artistici. L'Oratorio delle Zitelle ospiterà un'installazione video della web tv Raimondo Tv, mentre l'oratorio di Santa Chiara sarà aperto al pubblico dalle 16 alle 17. Alle 17 con La Piccionaia - I Carrara partirà dall'Arco delle Scalette "Silent Play", un percorso audioguidato che condurrà i partecipanti fino alla Rotonda del Palladio. Dalle 17.30 adulti e bambini potranno passeggiare con gli asinelli della fattoria sociale Pachamama (partenza da Piazzale Fraccon).

Sempre alle 18, nel cortile di Palazzo Trissino l'Assessorato alla cultura propone l’ESENSEMBLE, all’interno della rassegna "Musicalcentro 2012, aspettando la Basilica". Ingresso libero.
Per informazioni: infocultura@comune.vicenza.it

Fino al 30 settembre
La Loggia del Capitaniato ospita "In Tessere ... Creatività", esposizione di mosaici realizzati dagli alunni della scuola media "Carta".
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 17 alle 19; martedì e giovedì dalle 10 alle 12; sabato e domenica dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 18.
Per informazioni: circoscrizione 7, 0444 960126 - circoscrizione7@comune.vicenza.it

Vicenza Numismatica, 21^ Edizione - Salone della numismatica, medaglistica e cartamoneta


Torna la nuova edizione di Vicenza Numismatica, Salone della numismatica, medaglistica e cartamoneta, da sempre caratterizzato dall'alta qualità dei suoi espositori, dalle mostre collaterali che costituiscono eventi unici e irripetibili, dai convegni d'incontro e di studio e dai Premi Internazionali Vicenza Numismatica.

La Rassegna di Vicenza è riconosciuta come una tra le più importanti in Italia e all'estero sia per la presenza di qualificate realtà commerciali che di importanti Istituti e Organizzazioni nazionali ed internazionali di settore.

L'ultima edizione, che ha celebrato i vent'anni di Vicenza Numismatica e l'ottava edizione dei Premi Internazionali Vicenza Numismatica, è stata ospitata in alcuni tra i più bei palazzi del Centro Storico di Vicenza. La collocazione della Manifestazione nel cuore del Centro Storico della città, oltre ad aver visto la presenza di numerosi appassionati di numismatica provenienti da tutta Italia, ha permesso di attrarre l'attenzione anche di un pubblico non specializzato.

Tra gli eventi da segnalare per l'Edizione 2012, la cui inaugurazione è prevista per domani 28 settembr, ricordiamo l'Asta Numismatica in programma Sabato 29 Settembre, a cura di Fiera di Vicenza e Numismatica Varesi. Per l'occasione verrà pubblicato un catalogo composto da circa 560 lotti tra monete antiche, medievali e moderne (italiane ed estere). Il nucleo principale sarà composto da monetazione italiana con oltre 210 esemplari, dei quali 25 della Zecca di Venezia (con 8 oselle).

Su www.vicenzanumismatica.it tutte le informazioni e gli aggiornamenti sull'edizione 2012.

venerdì 21 settembre 2012

Manifestazioni a Vicenza



Venerdì 21 settembre
Alle 17 con una golosa performance di food design, a cura di Barbara Uderzo, prende il via a Palazzo Cordellina "La Città dell’Architettura", progetto realizzato dall’Assessorato alla progettazione e innovazione del territorio e alla cultura, con il sostegno di Fondazione Cariverona, nell’ambito dell’accordo di programma con la Regione del Veneto. Segue, alle 18, la cerimonia di inaugurazione della manifestazione che, dal 21 al 30 settembre, ci accompagna alla riscoperta della stretta connessione fra Vicenza e l’architettura, nella storia e nella contemporaneità. Sono visitabili, sempre a Palazzo Cordellina, con orario 10-20 prestigiose rassegne, curate dalle principali realtà che si occupano di architettura contemporanea a Vicenza: Abacoarchitettura, premi internazionali Dedalo Minosse e Andrea Palladio, Ordine degli Architetti di Vicenza, VAGA, ISAI, NIB, oltre al movimento Giovani imprenditori di Confartigianato Vicenza.
Sabato 22 settembre partono anche, alle 17 a Villa alle Scalette, con "Mostrare l’architettura" (con Francesco Dal Co e Pippo Ciorra) gli incontri sui temi della comunicazione dell’architettura, che proseguono poi a Palazzo Cordellina. Sempre qui, per tutta la durata della manifestazione, è attivo un info-point a cura di VAGA, mentre tutte le sere dalle 19.30 alle 23 è possibile ammirare all’esterno del settecentesco Palazzo un’installazione di lighting design a cura di Giovanni Traverso.
Dal 28 al 30 settembre i Giardini Salvi ospitano il laboratorio "Public City", a cura di Salottobuono, un workshop (per 25 studenti master e giovani professionisti in architettura e urbanistica) che darà forma ai primi ragionamenti sulla possibile trasformazione dell’ex fiera campionaria di Vicenza, sviluppando un ragionamento a larga scala. Il workshop sarà coordinato da Giovanni Piovene (Salottobuono) e Flavio Albanese (ASA), che saranno affiancati, in veste di tutor, da Sotiria Kornaropoulou ( 51N4 E ), Konstantinos Pantazis (Point Supreme), Michele Marchetti, Matteo Ghidoni e Ludovico Centis ( Salottobuono ).
Per informazioni sul workshop: giovanni.piovene@salottobuono.net.
Tutte le iniziative sono a ingresso libero
Il programma completo de "La Città dell'Architettura" è consultabile sul sito www.cittadellarchitettura.it
Per informazioni: comunicazionecultura@comune.vicenza.it

alle 21
C’è grande l’attesa per il primo appuntamento del 65° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico, con la prima mondiale del "Paradiso" da Dante Alighieri, che il direttore artistico Eimuntas Nekrosius, uno dei più grandi maestri contemporanei di teatro, mette in scena (da venerdì 21 a martedì 25 settembre) con gli attori della sua compagnia di Vilnius, Meno Fortas. In scena l’opera per eccellenza della letteratura italiana, nella sua parte più complessa e ricca di implicazioni filosofiche e teologiche, per uno spettacolo che, negli intenti del regista lituano, vuole riassumere la vera, eterna fatica dell’uomo: vincere la forza di gravità e raggiungere più elevati modi di esistenza. Non a caso Nekrosius ha deciso di chiamare il suo progetto "Hoc Opus Hic Labor Est" [questa è l’opera, questa è la fatica], affascinato dall’epigrafe virgiliana presente nel proscenio dell’Olimpico
Lo spettacolo dura 90’ senza intervallo, è recitato in lituano con sopratitoli (laterali) in italiano.
II 65° Ciclo di Spettacoli Classici, è promosso dal Comune di Vicenza, Assessorato alla Cultura in collaborazione con la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, realizzato con il contributo della Fondazione Cariverona, con il sostegno di Unicredit e di Trivellato spa e in collaborazione con Il Giornale di Vicenza per la Cultura.
I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro Olimpico (Piazza Matteotti 3) la sera dello spettacolo, dalle 19 alle 21, e alla biglietteria del Teatro Comunale (viale Mazzini 39 - tel. 0444 324442 - biglietteria@tcvi.it), sul sito del Teatro Comunale www.tcvi.it e in tutte le filiali della Banca Popolare di Vicenza. Il prezzo dei biglietti per la prima del "Paradiso" è di 40 euro; per le altre date del "Paradiso" è di 28 euro (intero), 22 euro (ridotto over 60), 18 euro (ridotto under 30).
Per informazioni: www.tcvi.it/nekrosius - infolimpico@tcvi.it


Sempre venerdì 21, Vicenza accoglie in Fiera il prof. T. Colin Campbell, autore del rivoluzionario best seller "The China Study", il più importante studio epidemiologico mai realizzato sul legame tra cibo e salute. Più di 700 le persone attese: medici, professionisti, appassionati e operatori del settore provenienti da tutta Italia, ma non solo, prenderanno parte a questa prima europea che vedrà sul palco insieme al ricercatore americano e al moderatore d’eccezione Roberto Re, diversi specialisti italiani tra cui, in videoconferenza, il prof. Franco Berrino, dell’Istituto Tumori di Milano, e testimonial del mondo delle spettacolo e dello sport come Red Ronnie e Dino Baggio. Be4eat-Think about eat, questo il nome della giornata promossa con il patrocinio del Comune di Vicenza e la collaborazione della Biblioteca Internazionale La Vigna.
Per informazioni: office@be4eat.com - cell. 346 6940214


Domenica 23 settembre
All’interno della giornata ecologica "Passeggiando per Vicenza - Vieni in città senza la tua auto", l'Assessorato alla cultura propone alle 11 in Piazza Castello "Musicalcentro, aspettando la Basilica - Pianista fuori posto", mentre alle 17 in piazza Matteotti spazio a "Musicalcentro 2012, aspettando la Basilica - Fuente Flamenca Ensemble".
Per informazioni: infocultura@comune.vicenza.it


Sino al 30 settembre
La Loggia del Capitaniato ospita "In Tessere ... Creatività", esposizione di mosaici realizzati dagli alunni della scuola media "Carta".
Orario di apertura: da lunedì a venerdì dalle 17 alle 19; martedì e giovedì dalle 10 alle 12; sabato e domenica dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 18.
Per informazioni: circoscrizione 7, 0444 960126 - circoscrizione7@comune.vicenza.it

mercoledì 19 settembre 2012

Vintage per un giorno - 23 settembre Lugo di Romagna



Ancora Vintage, ma questa volta in Romagna; dopo il successo ottenuto con le due giornate vintage del 15 aprile e del 17 luglio, torna l'appuntamento con "Vintage per un giorno", presso le Logge del Pavaglione di Lugo, manifestazione vintage organizzata da A.N.G.E.L.O. che ad oggi è una delle realtà del mondo vintage più attive sul territorio nazionale che ci conquista con iniziative, mercatini e importanti mostre offrendoci la possibilità di osservare da vicino alcuni pezzi vintage rari e bellissimi.

"Vintage per un giorno" è una manifestazione diversa dalle solite; siamo infatti abituati a pensare ai mercatini vintage come a delle vere e proprie mostre, a delle esposizioni, in cui andiamo armati di coraggio e di buone intenzioni con la speranza di acquistare capi, accessori e oggetti dal sapore retrò che siano in grado di cambiare il solito look noioso. Invece qui non siamo di fronte solo ad una mostra, ma è ad un momento di scambio cui tutti possiamo partecipare: è quindi l'occasione giusta per dare “nuovo” slancio al guardaroba e al proprio aspetto.
Si tratta di un momento divertente e di un modo per fare affari senza dimenticare che così si aiuta anche l'ambiente perché fare una scelta vintage significa fare una scelta green, perché acquistare abiti usati e barattare ciò che altrimenti sarebbe finito nella spazzatura significa ridurre il problema dell'inquinamento nonché dello sfruttamento delle materie prime. I prossimi appuntamenti con "Vintage per un giorno" saranno quindi il 23 settembre, il 21 ottobre e il 18 novembre.

martedì 18 settembre 2012

Vicenza Città dell'Architettura

Dal 21 al 30 settembre 2012 Vicenza ospiterà “La Città dell’Architettura”, un progetto realizzato con l’intento di evidenziare la stretta connessione fra Vicenza e l’architettura, nella storia e nella contemporaneità. Una vivace corrente di pensieri e sperimentazioni investirà nella seconda metà di settembre il capoluogo berico. Rassegne, laboratori, incontri, performance, con la partecipazione di architetti, designer, artisti, riviste di settore, università. Fulcro degli avvenimenti sarà Palazzo Cordellina, che ospiterà incontri sui temi della comunicazione dell’architettura, e prestigiose rassegne curate da Abacoarchitettura, Premi Internazionali Dedalo Minosse e Andrea Palladio, Ordine degli Architetti di Vicenza, VAGA, ISAI, NIB, Movimento giovani imprenditori di Confartigianato Vicenza.

I Giardini Salvi saranno sede dal 28 al 30 settembre del laboratorio “Public City”, a cura di Salottobuono, un workshop sulla possibile trasformazione dei padiglioni dell’ex fiera campionaria di Vicenza. Il lungo edificio (costruito nel 1948) si trova in un nodo nevralgico, al confine fra centro storico e primissima periferia, una duplicità che è ben espressa dai prospetti dell’edificio: dal lato dei Giardini – ancora in centro storico – l’ex-fiera si presenta con la sua facciata più accogliente, caratterizzata da un loggiato a doppia altezza; la facciata su Contrà Mure Porta Nuova è più severa – quasi un muro cieco a difesa del centro storico. Il laboratorio darà forma ai primi ragionamenti sulla possibile trasformazione dell’edificio dell’ex fiera campionaria. Il gruppo di lavoro sarà formato da un numero ristretto di progettisti (25 unità) che in tre giorni proverà a immaginare i possibili programmi futuri del complesso, non limitandosi ai suoi confini ma sviluppando un ragionamento a larga scala per l'area che si estende dai Giardini Salvi al Teatro Comunale, e da questo alla Stazione ferroviaria. L’output del laboratorio sarà un documento che raccoglierà le riflessioni dei tre giorni di lavoro.
Per iscriversi al workshop, studenti master e giovani professionisti in architettura e urbanistica devono inviare un sintetico curriculum e un foglio A3 con immagini del proprio lavoro al curatore del progetto, entro giovedì 20 settembre 2012, all’indirizzo mail giovanni.piovene@salottobuono.net
Il workshop “Public City” sarà coordinato da Giovanni Piovene (Salottobuono) e Flavio Albanese (ASA), che saranno anche tutor del laboratorio insieme a Sotiria Kornaropoulou (51N4E), Konstantinos Pantazis (Point Supreme), Michele Marchetti, Matteo Ghidoni e Ludovico Centis (Salottobuono). I non residenti a Vicenza potranno usufruire di un posto letto all'Ostello Olimpico, coperto dall'organizzazione. Le spese di viaggio saranno a carico dei partecipanti, che dovranno arrivare muniti di proprio computer portatile

Il programma completo della manifestazione "La Città dell'Architettura" è consultabile sul sito www.cittadellarchitettura.it

venerdì 14 settembre 2012

E' in arrivo il Festival delle Ville Venete

Dal 16 al 23 settembre 2012 avrà luogo la V^ edizione del Festival delle ville Venete dal tema
I PARCHI, I GIARDINI E LA PERCEZIONE DELLA BELLEZZA: L'ARMONIA NEL PAESAGGIO


L’iniziativa risponde all’obiettivo di realizzare azioni di sviluppo e promozione di uno straordinario e singolare sistema di 4238 ville e dimore storiche che caratterizza il Veneto e il Friuli Venezia Giulia: un patrimonio culturale che qualifica l’identità di un territorio ricco di tesori e di valori.
La manifestazione tende a promuovere un percorso sempre più innovativo, capace di riconoscere e rendere maggiormente fruibili questi luoghi di cultura e i loro contesti di straordinario interesse ambientale.
Le molte proposte in calendario sono mirate a valorizzare, in particolar modo, il patrimonio dei parchi e dei giardini di pertinenza delle ville venete, lungo un itinerario che toccherà tutte le province del Veneto e il Friuli.
Le tematiche scelte interessano quindi una nuova dimensione, rivolta alla percezione della bellezza, sotto diversi profili, alla ricerca dell’armonia nel paesaggio.

Ecco il programma:
Domenica 16 settembre – ore 10
Thiene (Vicenza) – Chiesetta della Natività di Villa Colleoni da Porto
Conferenza introduttiva e concerto
Lunedì 17 settembre- ore 17
Vedelago (Treviso) -  Villa Corner della Regina
Convegno -   La statuaria da giardino
Martedì 18 settembre – ore 16.30
Maniago (Pordenone) - Villa Attimis
Incontro di approfondimento -  La catalogazione di parchi e giardini
Mercoledì 19 settembre  - ore 15
Vescovana (Padova) Villa Pisani Bolognesi Scalabrin
Visita didattica e tavola rotonda - Dall’orto botanico al giardino – Un itinerario didattico
Giovedì 20 settembre – ore 14.30 
Fumane (Verona) Villa della Torre Allegrini
Giornata di studio - Il restauro sostenibile nell’edificio monumentale e nel suo contesto
Venerdì 21 Settembre- ore 17 
Montecchio Maggiore (Vicenza) - Villa Cordellina Lombardi
Convegno - Il cervello e la percezione della bellezza: dall’estetica della mente alla civiltà delle Ville Venete
Sabato 22 Settembre – ore 10
Taglio di Po (Rovigo), Tenuta Ca’ Zen
Tavola rotonda -  Prospettive per la valorizzazione e gestione di parchi e giardini
Domenica 23 Settembre – ore 10
Belluno, Villa Buzzati
Manifestazione di chiusura -  Ville e Giardini aperti

Sul sito www.villevenete.org. l'elenco delle ville aperte e visitabili nella settimana del Festival.

giovedì 6 settembre 2012

Dal 14 al 16 settembre a Padova per il Vintage Festival

Tutti a Padova, quindi, perchè il Vintage Festival è un Vintage “contemporaneo”, trasversale tra spettacolo, moda, design e musica, un evento unico nel suo genere che ha reso l'iniziativa la più seguita del settore con un record di presenze italiano di 30.000 ingressi nel 2011.



Il vintage viene rivisto in una prospettiva etica di sostenibilità, dove il riutilizzo e il recupero mantengono un'attitudine fashion ad impatto zero. Location ideale per esplicitare il connubio tra passato e moderno anche quest'anno è il Centro Culturale San Gaetano (Via Altinate 71, Padova),storico tribunale del 1500 rivisitato dalla ristrutturazione moderna in vetro e acciaio. "Non perdere il tempo" dice lo slogan, il passato non è mai stato così presente.
ll Vintage Festival è giunto quest'anno alla terza edizione riproponendo al pubblico un format culturale innovativo, in cui il vintage è il fil rouge per una contemporanea interpretazione della creatività. Un'impostazione non nostalgica e trasversale che parte dalla moda e passa per design, musica e spettacolo: «un evento unico del genere, innovativo e che coglie l'aspetto più giovane e fresco del vintage» commenta Angelo Caroli (A.N.G.E.L.O.) esperto internazionale di moda vintage e pioniere del settore.
Il tema principale del Vintage Festival 2012 sarà il confronto generazionale su un piano interdisciplinare, per dare vita e spessore ad un Neo-Vintage, nella fusione tra tendenze passate e contemporanee, con lo scopo di rinnovare le prospettive future.
Un'attenta selezione dei migliori collezionisti ed espositori vintage del panorama italiano accompagnerà mostre d'arte e design allestite nella suggestiva location dell'agorà, mentre gli scavi romani dell'auditorium saranno cornice di incontri culturali e workshop, un'occasione per confrontarsi con i numerosi ospiti illustri, Elio Fiorucci, Diego Dalla Palma, Saturnino, Pif, Andrea Pezzi, Kris&Kris e Kledi tra i molti della nuova edizione del Festival. L'animo glamour della kermesse si rivelerà negli appuntamenti serali, con sfilate e live dal sapore internazionale, sullo sfondo dello storico e ricercato Caffè Pedrocchi.
Inoltre fino al 10 settembre sarà possibile partecipare al concorso fotografico "Ritratti vintage", un'iniziativa artistico-fotografica a tema vintage in collaborazione con Il Mattino di Padova, Vodafone e Rce. Le foto inviate e caricate sul sito www.mattinopadova.it verranno selezionate e giudicate da un comitato tecnico d'eccezione composto da giornalisti, fotografi e importanti figure del settore editoriale.

Per informazioni si può accedere al sito, inviare una mail a info@vintagefestival.org, oppure contattare il 380 2511608.

martedì 4 settembre 2012

Dal 7 al 15 settembre in mostra i tessuti guatemaltechi


L'esposizione, progettata dal Consolato del Guatemala, sarà allestita a Vicenza presso Viart, luogo d’eccellenza dell’Artigianato Artistico vicentino ed internazionale in Contrà del Monte, 13 aAll'interno di Palazzo Monte di Pietà. Oggetto una importante collezione di tessuti tradizionali realizzati a mano dalle donne maya del Guatemala.
Potremmo ammirare il HUIPIL che per le donne maya rappresenta il capo più importante del proprio abbigliamento, utilizzato da millenni in tutto il Mesoamerica; è uno degli elementi della tradizione autoctona che meglio si è conservato dopo la conquista da parte degli spagnoli. Ogni villaggio mantiene un proprio stile immediatamente riconoscibile ed identificativo.


In Guatemala se ne contano più di cento, utilizzati ancor oggi dalla maggior parte della popolazione indigena di tutte le età. Consiste in una semplice tunica senza maniche, dai colori vivaci e riccamente elaborata.
L'allestimento della mostra, curato dai giovani architetti valtellinesi, Andrea Cavagnolo, Paolo de Meo e Patrizia Dell'Agosto, riesce a trasmettere la sensazione di immergersi nei colori di una popolazione senza nessuna velleità classificatoria, come emerge anche dalla scelta delle immagini e dei testi sulle pareti e dal trattamento cromatico loro riservato. Lo spazio è abitato da numerose sagome realizzate in cartone alveolare, che “indossano” i pezzi esposti, generando un’interazione tra allestimento e spettatore. La forma delle sagome richiama la figura femminile, volutamente stilizzata al fine di allontanarsi dall’idea tradizionale di manichino. Altro elemento caratterizzante è la definizione di una serie di ambiti, utili allo spettatore per focalizzare la propria attenzione sulle tuniche esposte. Questi ambiti, assimilabili a delle stanze, sono delimitati dagli stessi huipiles accostati l’uno all’altro in modo da formare una parete effimera che si delinea al tempo stesso come espositore e oggetto esposto. Una struttura metallica a telaio sostiene l’orditura di cavi su cui gli abiti sono collocati, quasi a richiamare il telaio con cui questi indumenti vengono tessuti. Questa soluzione consente la visione di entrambe le facce delle tuniche, al fine di far apprezzare le trame e le decorazioni che arricchiscono questi abiti rendendoli così pregiati.
La collezione, raccolta nello spazio di quarant'anni da Maria Luisa Corno, si compone di oltre cinquantacinque capi, alcuni molto vecchi, tutti rigorosamente originali, provenienti da diverse zone degli altopiani del Guatemala. Saranno esposti anche un telaio a cintura, antico strumento usato ancor oggi per la realizzazione di questi manufatti, pannelli con fotografie delle donne indigene nella loro quotidianità e schede didattiche.

L'ingresso è libero: ecco gli orari e i giorni di apertura:
Martedì, giovedì, sabato e domenica: 10:00-12:30; 15:00-19:00
mercoledì, venerdì: 15:00-19:00