Cerca nel blog

mercoledì 27 febbraio 2013

Pronti per “FORA FEBRARO” ?


In questo periodo dell'anno non posso non ricordare che, da piccola, ero letteralmente galvanizzata dalla ricorrenza del FORA FEBRARO, che si presenta puntuale ogni anno l'ultimo giorno di Febbraio.

Per chi non ne sapesse nulla, si tratta di una tradizione popolare presente sopratutto nella pedemontana berica dove si è soliti festeggiare l'arrivo di Marzo; l'usanza risale ai tempi in cui la comunità veneta contadina sconfiggeva simbolicamente il lungo inverno, il freddo e le ristrettezze alimentari e accoglieva allegramente l'inizio della Primavera.

Tanti sono i miei ricordi legati al Fora Febraro: da piccola, infatti, con mi fratello ed amici, si andava con largo anticipo in cerca di barattoli di latta (Bandoti) da attaccare con un lungo spago alla bicicletta e, già dal tardo pomeriggio del 28, si percorrevano le principali strade asfaltate cantando “Fora Febraro che Marzo l'è qua, se non l'è marso el se smarsirà”.
Non solo per il piacere di fare tanto rumore, ma soprattutto per vedere le scintille che i “bandoti” facevano sfregando sull'asfalto.

Se ne parlava anche a scuola, dato che ai miei tempi (pleistocene) le tradizioni erano importanti; la maestra ci leggeva una vecchia filastrocca nostrana:

Coerci e bandoti
pegnate e antiani roti
in man de sti bociasse
funziona da grancasse.
I pesta che i va' in vento
el core xe' contento
parchè ringrasiando Dio
l'inverno xe' finio
Versemo le finestre
levemo coerte, moneghe e fogare
metemo via maje, pastrani e pelicciotti,
No ste' dirghe canaje,
se i bocie rompe i bandoti.
I ciama Primavera
resuscita la tera
co' la stajon novela
la vita xe' piu' bela.
Al Sol primaverile
ghe demo el benvenuto
e anca "el Campanile"
se unisse nel saluto.

MI sono presa un po' in ritardo con la ricerca dei bandoti ed avrei, in ogni caso qualche difficoltà ad attaccarli alla mountain bike e ad andarmene a zonzo sulla strada statale, come facevo da piccola, ma vi giuro che mi piacerebbe proprio farlo. 
Penso che la sera del 28, dal mio divano, mi godrò il fracasso dei bambini del quartiere, muniti di "raccole e querci”, accompagnati da sparuti genitori e da più di qualche nonno nostalgico.
quercio

racola



venerdì 15 febbraio 2013

M’illumino di meno



Per chi è attento ad evitare gli sprechi perchè predilige tenere un comportamento sostenibile, si celebra oggi la Giornata del Risparmio Energetico, giornata lanciata da Caterpillar e Radio2.
Con “M’illumino di meno”tutti noi, sostenitori virtuosi, scendiamo in campo” per un futuro più illuminato, all’insegna della razionalizzazione dei consumi energetici.
Dopo la stesura dell’Agendina Verde, in collaborazione con le menti più brillanti della ricerca ambientale, Caterpillar continua la “campagna elettorale” per gestire in modo oculato le energie del paese con la diffusione di slogan, locandine e simbolo di M’illumino di meno.
Tutti gli ascoltatori sono invitati a coniare slogan che condensino l’ormai celebre decalogo di M’illumino di meno: “Yes we spegn”,Il contatore è mio e me lo gestisco io”, Rottama lo spreco” o “Liberté, égalité, risparmieté”.
Al consueto invito ad aderire al simbolico silenzio energetico” il 15 febbraio 2013 dalle ore 18 in nome della sostenibilità, spegnendo monumenti, piazze, vetrine, uffici, aule e private abitazioni hanno già risposto in molti. Tra adesioni già pervenute spiccano quelle di Milano, Bologna, Firenze, Torino, Bari, Padova, Valle dei Templi ad Agrigento, Genova, Pisa, Matera, Vicenza ed altri ancora.
Adesioni illustri anche da parte del mondo dello sport: F.C. Internazionale è la prima squadra di serie A a scegliere M’illumino di meno, mentre il c.t. della nazionale di pallavolo Mauro Berruto sta preparando un discorso motivazionale per tutti gli aderenti all’iniziaitiva.
Apprezzamenti come se piovesse dal mondo della cultura e dello spettacolo: i video dei “millumenisti” illustri sono già visibili su http://caterpillar.blog.rai.it/milluminodimeno/ e anche su http://www.youtube.com/playlist?list=PLxbQt6tIv5UiLuizgO40cY0yWeLiGUdvl
In prima fila: Claudio Bisio, Giulio Scarpati, Giovanni Soldini, Riccardo Iacona, don Andrea Gallo, Luca Mercalli, Renato Mannheimer, oltre ai conduttori de Il Ruggito del Coniglio, 610, Un Giorno da Pecora, RaiTunes e 28Minuti.
Qui si “vota”oggi, 15 febbraio 2013, con il consueto “silenzio energetico” dalle 18 alle 19,30 e con ogni forma di sensibilizzazione su come consumare e produrre energia in modo efficiente e pulito. Vota M’illumino di meno. Liberté, Egalité, Risparmieté.
Per contribuire alla campagna elettorale più virtuosa di tutti i tempi e aderire all’iniziativa si può postare sul Facebook di M’illumino di Meno la propria modalità di partecipazione e scrivere a millumino@rai.it , anche per ricevere la copertina personalizzata con M’Illumino di Meno da caricare su FB.

giovedì 14 febbraio 2013

San Valentino: solo se dura tutto l'anno

 
E basta con sto San Valentino che dura un giorno solo!
Lo pretendiamo lungo tutto l'anno.
Anzi credo che ci basterebbe anche solo essere trattate con un po' più di gentilezza e cortesia, soprattutto dai colleghi di lavoro.
Per addolcirci la vita, il mio suggerimento è di girellare sul sito di Butta la Pasta e di lasciare che le grandi diete inizino domani!