Cerca nel blog

lunedì 25 novembre 2013

Natale: vince sempre la tradizione?

Certo è buffo: mi aspettavo un Natale “in rosso”, a causa della crisi, del Governo, di Letta, Monti e Berlusconi, ma qui a Vicenza c'è invece un Natale a “luci rosse”.

Si tratta del Vicenza Light Fest, durante il quale, dal 6 dicembre al 6 gennaio, la città si vestirà di nuova luce, sulle tonalità del bianco e del rosso, colori tipici del Natale. L'atmosfera sarà costruita a base di tubi luminosi, fari a led, lanterne, fibre ottiche e gelatine applicate sull'illuminazione pubblica, con grandi lune appese tra i palazzi.


Per ora di tutto ciò c'è stato solo un piccolo accenno, coinvolti i corsi Palladio e Fogazzaro; le installazioni saranno anche sulle piazze (Matteotti, dei Signori, Erbe, Duomo e Castello) e sui ponti Pusterla e San Michele. L'intenzione è quella di ospitare installazioni di lighting design e interventi illuminotecnici che offriranno un colpo d'occhio insolito su palazzi storici, vie e corsi d'acqua, con riflessi rossi e giochi di luce. 

L'intenzione è buona: una scommessa per rinnovare l'abito natalizio della città in modo creativo e non banale, in grado di attirare un pubblico non solo vicentino, ma questa “nuova luce” sta già facendo parlare troppo di sé, non sta raccogliendo grandi consensi e crea addirittura dei problemi alla sicurezza. 

Anche la Basilica Palladiana non sarà immune da questa nuova tendenza: con una potente illuminazione rossa dei portici potrà assomigliare più un centro commerciale o ad un ristorante cinese. 

L'intero progetto costerà 85 mila euro che non sono la sola ad essere convinta che avrebbero potuto essere spesi meglio. A Natale, poi, quel che conta è la tradizione: io rivoglio la cascata di luci dalla torre Bissara che tutti ci invidiavano.



lunedì 4 novembre 2013

Riparte “DENTELLI E TONDELLI” viaggio nel magico mondo del collezionismo

Amanti di filatelia e numismatica è arrivato il vs. momento!
Infatti anche quest'anno, il Comune di Vicenza, in collaborazione con l'Unione Filatelica Numismatica Vicentina, propone un ciclo d'incontri dedicato agli appassionati del settore.
Sul perchè di dentelli e tondelli vi ho già parlato in precedente post: si tratta di una particolare tipologia di monete antiche che non presenta un bordo uniforme e liscio, bensì dentellato. alle quali viene dato il nome di serrati, termine che deriva dal termine latino serra (sega) o dal verbo secare (segare) perché la struttura ricorda proprio i denti di una sega. 
Gli appassionati possono trovare informazioni riguardo i dentelli sul sito ufficiale di "La Moneta.it- Network di Numismatica e Storia" .
A partire quindi dal 6 novembre 2013 l'appuntamento si ripeterà ogni mercoledì dalle ore 10 alle ore 11 e 30 presso il centro diurno ricreativo culturale "Proti" di contrà De' Proti 3 di Vicenza.
La partecipazione agli incontri è libera; inoltre ai partecipanti verrà consegnato in omaggio una cartolina affrancata con annullo speciale ed una bustina di francobolli usati.
Saranno trattati argomenti base di filatelia e numismatica quali inserimento in album, recupero francobolli annullati, impostazione di raccolte, esame di francobolli, monete, cartamonete, cartoline, carte telefoniche, miniassegni e vecchi documenti. E' prevista la lettura di cataloghi e riviste.
Per maggiori informazioni, contattare la Circoscrizione n.1:  tel 0444 222711, circoscrizione1@comune.vicenza.it.